NOSTALGIA DELL’UMANO

NOSTALGIA DELL’UMANO

Doppia personale a cura di Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo.

Bari, Galleria BLUorG

8 marzo – 6 aprile 2014

Non e’ solamente una mostra declinata al femminile quella che inaugura sabato 8 marzo alle ore 19.00 negli spazi della Galleria BLUorG di Bari (via Marcello Celentano 92/94), ma un invito alla riscoperta del sentimento attraverso le forme meravigliose dell’arte.

‘Nostalgia dell’umano’, questo il titolo della mostra curata da Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo, porta per la prima volta in Puglia, con la forma della doppia personale, l’affascinante firmamento creativo delle artiste Alessandra Baldoni (1976, www.alessandrabaldoni.it) e Francesca Romana Pinzari (1976, www.francescaromanapinzari.com), rispettivamente umbra e romana. accomunate da una riflessione appassionata sui temi dell’identita’, della memoria e del potere del sentimento, le artiste propongono tre momenti significativi del loro percorso di ricerca, attraverso fotografie, installazioni, sculture e pittura.

‘Le cose che vedi’, ‘Salva con nome’ e ‘Un tempo per noi’ sono i titoli di progetti fotografici che, a partire da una sensibilita’ profondamente narrativa, Alessandra Baldoni architetta come romanzi, sublimati nell’essenzialita’ di uno scatto. Se l’ossatura del suo lavoro e’ la parola, la macchina fotografica diventa per Baldoni un taccuino in cui annotare sogni, accadimenti e visioni.

Capelli e crini animali sono invece la materia prima plasmata da Francesca Romana Pinzari per realizzare sculture (‘Chimera’) e opere grafiche (‘Ibridi’) dedicate alla meraviglia della metamorfosi, mentre il progetto ‘Love Preservation’ colleziona testimonianze di un lavoro performativo sulla memoria dell’amore e l’installazione pittorica ‘Cavalli’ si cimenta con identita’ e differenza.

L’andamento parallelo del discorso espositivo trova un punto di congiunzione in un’opera dialogica progettata per gli spazi della galleria: si tratta di un’installazione intitolata ‘Ti offro cio’ che di me non dura’, che prevede il coinvolgimento diretto del pubblico invitato, prima della mostra, a portare in galleria un oggetto significativo della propria storia d’amore.

Sia il titolo della mostra che il titolo dell’installazione realizzata a quattro mani traggono ispirazione da alcuni versi della poetessa Mariangela Gualtieri che magnificano l’incanto del corpo amoroso. Un soffio di poesia scompagina una griglia di regole apparentemente ineludibile; ci muoviamo, giocoforza, all’interno di gusci di emozioni e siamo analfabeti d’amore a causa di una sistematica mancanza di educazione sentimentale, a cui si aggiunge la consapevolezza della solitudine del corpo.

La mostra prova a scardinare questo scenario invitando il pubblico alla riscoperta del potere rivoluzionario del sentimento. Il recupero dell’umanita’ passa attraverso la presa di coscienza del potere creativo del sentimento. Sentimento come possibilita’ di relazione, fondamento dinamico di identita’ e memoria. Surplus di esistenza, dispendio di energie creative che mettono in moto flussi di comunicazione, producendo sensi dislocati, segni nuovi e momenti di condivisione nella compassione.

Info:

TITOLO: ‘NOSTALGIA DELL’UMANO’

AUTORI: Alessandra Baldoni e Francesca Romana Pinzari

A CURA DI: Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo

LUOGO: Galleria BLUorG, Bari, via Marcello Celentano 92/94 – 70121

QUANDO: dall’8 marzo al 6 aprile 2014